Biscotti alle Trebbie di Malto

Solitamente quando faccio la birra in casa poi do le trebbie alle galline. Ogni tanto però ne metto da parte qualche etto per me e ci faccio i biscotti.

2012-03-14 20.54.53.jpg

La ricetta è molto semplice

**BISCOTTI ALLE TREBBIE DI MALTO**
400 g farina
200 g Trebbie di Malto
120 g zucchero
100 g burro
50 g olio d’oliva
2 uova (intere o se preferite solo i rossi)
una scorza di limone grattugiata
un pizzico di sale
una bustina di lievito x dolci

Prima si lascia ammorbidire il burro e poi si impastano gli ingredienti tutti insieme, magari aiutandosi con una ciotola e una forchetta.

2012-03-14 20.48.47.jpg

2012-03-14 20.54.53.jpg

2012-03-14 20.59.05.jpg

Una volta ammalgamati tutti gli ingredienti si porta il tutto sulla spianatoia e si stende l’impasto ottenendo uno spessore di circa mezzo centimetro o poco di più. A questo punto potete tagliare la pasta usando delle formine oppure fare delle semplici listarelle. I biscotti crudi, man mano che vengono tagliati, andranno posizionati su una taglia con carta forno e se vorrete spolverati con dello zucchero semolato o di canna.

2012-03-14 21.01.15.jpg

2012-03-14 21.15.27.jpg

A questo punto si possono mettere in forno preriscaldato a 160°C. Quando vi sembrano giustamente coloriti tirateli fuori (il tempo varia a seconda dello spessore dei biscotti).

2012-03-14 21.17.19.jpg

2012-03-14 21.44.33.jpg

Ovviamente è possibile modificare la ricetta secondo i propri gusti personali, la prossima volta sostituisco il burro con la margarina ed elimino l’olio.

 

Gelatine di Birra

Prendendo lo spunto da una discussione del forum di AreaBirra mi è venuta anche a me voglia di fare le gelatine di birra (ovviamente con birra fatta in casa).

 

1327597650.2.jpgLa scelta dell’addensante è ricaduta sul fruttapec 2:1. La differenza tra i vari fruttapec (1:1 – 2:1 – 3:1) sta nel rapporto tra prodotto da addensare e quantità di zucchero da aggiungere;

in poche parole:

1:1 = 1 kg di prodotto e 1 kg di zucchero;

2:1 = 1 kg di prodotto e 500 g di zucchero;

3:1 = 1 kg di prodotto e 350 g di zucchero.

 

Per fare una prova decido di usare

50 cl della mia ChocoPorter;

250 g di zucchero

e mezza dose di fruttapec 2:1.

 

Procedo come da istruzioni sulla scatola, aggiungo tutti gli ingredienti e porto a bollore, tuttavia, invece di far bollire 3 minuti, prolungo la bollitura a 4 minuti per ottenere una consistenza finale più densa.

Consiglio spassionato: USATE PENTOLE MOLTO PIU’ GRANDI!

 

Alle fine, riempio 6 vasetti per omogeneizzati (thx Davide) a metà e li metto a freddare.

 

Al primo assaggio immediato ammetto di non essere stato troppo soddisfatto, dopo 5-7 giorni mi sembrano più buone.

 

1866764634.jpg21-11-10_1115.jpg
 
 
21-11-10_1126.jpg26-11-10_1416.jpg