George Washington, un presidente birraio

Per festeggiare il centenario della “New Yok Public Library”, il 23 maggio prossimo, la Coney Island Brewing Company ha prodotto una birra seguendo la ricetta personale del Primo Presidente degli Stati Uniti d’America George Washington. La birra si chiama Fortitude’s Founding Father Brew.

La ricetta fu scritta a mano proprio da George Washington quando era militare in Virginia e come ingredienti prevede: crusca, luppolo, lievito e melassa.

george_1888295c.jpg

“To Make Small Beer

Take a large Siffer [Sifter] full of Bran Hops to your Taste. — Boil these 3 hours then strain out 30 Gall[ons] into a cooler put in 3 Gall[ons] Molasses while the Beer is Scalding hot or rather draw the Melasses into the cooler & St[r]ain the Beer on it while boiling Hot. let this stand till it is little more than Blood warm then put in a quart of Yea[s]t if the Weather is very Cold cover it over with a Blank[et] & let it Work in the Cooler 24 hours then put it into the Cask — leave the bung open till it is almost don[e] Working — Bottle it that day Week it was Brewed.”

 

fonte:

http://www.beerhistory.com/library/holdings/washingtonrecipe.shtml

http://www.beerhistory.com/library/holdings/washingtonbeerlover.shtml

http://nypl.tumblr.com/post/5194250128/nypl-and-coney-island-brewing-company-create-george

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/northamerica/usa/8495680/George-Washingtons-beer-recipe.html

 

Anche Thomas Jefferson era un HomeBrewer. Chissà? magari anche Roosevelt e Lincoln…

Mountrushmore.jpg

 

 

Vietato scrivere Birra Artigianale

Di solito su questo mio personalissimo blog scrivo solo dei miei esperimenti sulla birra fatta in casa, tuttavia ritengo sia doveroso dare spazio a questa triste notizia.

Il Birrificio Almond22 è stato multato per aver scritto sulle etichette “Birra Artigianale”.

Non ci vuole certo un genio per capire che c’è stato eccesso di zelo da parte del funzionario che ha impartito la sanzione, visto l’uso e l’abuso che si fa del termine “birra artigianale” oramai da anni. Come se non bastasse, il Birraio del birrificio Almond 22, Jurij Ferri, è proprio un artigiano.

Detto questo, un funzionario pubblico, tra le innumerevoli frodi che ci sono nel campo alimentare, non ha proprio niente di meglio da fare che andare ad interpretare una norma obsoleta per andare a sanzionare un onesto professionista che, orgoglioso del suo essere artigiano, lo mette per inciso in etichetta sotto il logo aziendale e non tra le indicazioni dell’etichetta?

Giudicate voi

DSCN0402.JPG

 

DSCN0403.JPG
DSCN0405.JPG

Considerazioni personali: la scritta “birra artigianale” si trova appena sotto il logo aziendale e non tra le indicazioni di etichetta (scadenza, lotto, vol%, cl, ecc ecc), quindi la locuzione “birra artigianale” non si riferisce al contenuto della bottiglia ma all’azienda.