Coltivazione domestica del Luppolo 2011 (6), raccolta ed essiccazione al microonde

I Coni del magnum oramai sono belli grandi ed alcuni già presentano una consistenza cartacea. Per il Cascade c’è ancora da aspettare, tuttavia ci sono tanti piccoli coni che si stanno sviluppando.

25-06-11_1636.jpg

Purtroppo, dopo il terzo esperimento di coltivazione in vaso, devo decretare il fallimento di questa iniziativa. Le piante soffrono lo spazio ristretto e lo stress porta le foglie ad ammalarsi di clorosi ferrica e successivamente di peronospora; i coni che le piante riescono a produrre sono in numero esiguo; se le piante sono a dimora in un luogo assolato soffrono il caldo, in un luogo ombreggiato invece sono facilmente esposte agli attacchi dei parassiti. In ogni caso terrò le due piante di fuggle in vaso per tutta la stagione per vedere come andrà a finire, ma il prossimo anno andranno tutte nel terreno a pieno campo.

Ieri ho raccolto alcuni coni maturi dal magnum per ripetere un esperimento che ha riportato Rico Kaboom sul forum di AreaBirra.it nell’ormai tradizionale thread annuale sulla coltivazione del luppolo che vi segnalo qui sotto.

http://forum.areabirra.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=7178&whichpage=23

In pratica l’esperimento consiste nel essiccare il luppolo al microonde riducendo notevolmente i tempi, come proposto dal blog The Mad Fermentationist

In realtà ero un po’ scettico su questa cosa… perchè in un primo momento il microomde tende a lessare198751967.jpg più che ad asciugare. Tuttavia nel blog si sostiene che essiccare al microonde aiuta a conservare gli oli essenziali. Facendo una googolata si riescono a trovare anche altri riscontri con le erbe da usare in cucina essiccate nel microonde.

I coni (ho fatto una prova con 100 grammi) sono stati adagiati su una ciotola forata tipo scolapasta/scolaverdure per evitare che i vapori ristagnino sul fondo. Altra raccomandazione è che bisogna fare step di 30 secondi con il microonde a massima potenza, le pause servono a far disperdere il vapore acqueo che si libera dai coni e per girarli in modo che vengano colpiti in maniera uniforme dalle onde. A fine trattamento sono arrivato a ridurre il peso dei coni al 25% di quello iniziale e i coni avevano una consistenza bella asciutta (croccante), ma per ottenere questo risultato ho dovuto ripetere l’operazione circa 7-8 volte (sul blog citato si diceva di sottoporre i coni a 3 minuti complessivi di trattamento).

25-06-11_1854.jpg25-06-11_1915.jpg

 

Coltivazione domestica del Luppolo 2011 (6), raccolta ed essiccazione al microondeultima modifica: 2011-06-26T12:15:00+02:00da beerpurple
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Coltivazione domestica del Luppolo 2011 (6), raccolta ed essiccazione al microonde

Lascia un commento