Tostatura casalinga del malto

Prendendo spunto da questi interessantissimi articoli

 

http://www.maxbeer.org/ita/malti-forno.htm

http://www.hobbybirra.info/view_articoli.asp?ART_ID=44&ME_ID=26

 

qualche settimana fa, ho provato a fare un esperimento anch’io, però con del pils a 230°C per ottenere una sorta di chocolate.

 

 

07-10-09_1957.jpg appena infornati

 

07-10-09_2023.jpg dopo 30 minuti

 

25-10-09_1112.jpg prodotto finito

 

Un contributo interessante su questa tecnica lo possiamo trovare in questa puntata di Basic Brewing (thx Hell):

 
Prima di usare i grani è consigliabile un riposo di 15 giorni per evitare sapori di cenere.
 
Ora toccherà provarli…
 
Tostatura casalinga del maltoultima modifica: 2009-11-04T23:11:00+01:00da beerpurple
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Tostatura casalinga del malto

  1. @ Luca,
    se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio i link del topic, è spiegato tutto molto bene.
    Cmq appena raffreddati i malti non emanavano un odore intenso, poi, dopo qualche giorno invece aprendo il sacchetto si sentiva e come. Spero di usarli presto…

    @ Hell,
    Pensavo di usarli per una porter, chissà cosa uscirà 😀

Lascia un commento